LA GESTIONE MENTALE

La Gestione Mentale è un approccio pedagogico elaborato nel corso di oltre cinquant'anni di studi, ricerche e riflessioni dal filosofo e pedagogista francese Antoine de La Garanderie (Ampoigné 1920 - Paris 2010). Utilizzando il dialogo pedagogico      (= dialogo attivo) con l'alunno, questa pratica individua le caratteristiche mentali dei soggetti in apprendimento che possono essere ricondotti, senza rigidi steccati, alle "famiglie pedagogiche o naturali" di tipo visivo, auditivo o cinestetico. De La Garanderie valorizza quindi il piano delle evocazioni con cui l'allievo controlla e dirige mentalmente la dimensione percettiva della realtà. Le evocazioni vengono utilizzate in rapporto a cinque gesti mentali: ATTENZIONE, RIFLESSIONE, MEMORIZZAZIONE, COMPRENSIONE, IMMAGINAZIONE CREATRICE. Le evocazioni si modellano in modo diverso a seconda dei gesti mentali utilizzati. In questo modo l'alunno gestisce il proprio apprendimento diventando sempre più consapevole di ciò che deve fare per conseguire il successo scolastico.